Cari amici rotariani,
dopo la pausa estiva, eccoci pronti a riprendere le nostre attività ed incontri con rinnovato entusiasmo ed energia.
Quest’ultimo trimestre del 2020 si delinea come una sfida: un periodo ancora caratterizzato da incertezza e smarrimento, nel quale non è ancora vinta la battaglia con l’emergenza sanitaria della pandemia Covid-19 e relative implicazioni socio-economiche. Ma, il nostro spirito rotariano ci insegna che dobbiamo essere più forti delle avversità, in quanto non siamo definiti da ciò che ci accade, ma da come sappiamo reagire di fronte agli eventi.

In tal senso è mia intenzione individuare con il vostro supporto, una attività di service specifica per la nostra comunità pratese. Che si tratti di buoni pasto, sostegno all’impresa o alla scuola, non possiamo tirarci indietro come pratesi, e come rotariani. Personalmente vorrei proporre una raccolta alimentare a favore delle famiglie in difficoltà con la nostra presenza “fisica” nei supermercati, un’occasione per fare la differenza, mettendo a disposizione parte del nostro tempo e farci conoscere e per questo chiedo a voi tutti soci un aiuto nell’individuare un partner (CONAD Signorini, etc…) che possa realizzare con noi il progetto.
Degli effetti del COVID 19 ce ne parlerà anche il prof. Cottarelli nell’incontro del 5 ottobre che avrà come tema “L’economia italiana prima, durante e dopo la pandemia”

Un’ottica costruttiva e fattiva che caratterizza anche il nostro governatore, che nella sua lettera ai Presidenti di Club ha delineato 4 linee guida fondamentali per questa annata: creare club innovativi soprattutto considerando la possibilità di portare avanti progetti e conviviali “on line”, dare priorità ad una pianificazione strategica magari su più anni, effettuare una selezione attenta dei nuovi soci e portare avanti il programma internazionale “End Polio Now” (a tal proposito è notizia di pochi giorni fa che in data 25 Agosto è stata ufficialmente certificata l’eradicazione della polio nella regione africana, al link l’annuncio dato dal Presidente Holger Knaack http://cdn2.webdamdb.com/md_oKQ9Dsp1d95.mp4?1597788127 )

Per quanto riguarda la selezione dei soci, oltre ad invitare tutti gli amici a proporre le eccellenze professionali e personali della nostra comunità pratese, credo che un aspetto fondamentale non sia solo incrementare l’effettivo ma mantenerlo. Valorizzare i soci e in particolare i nuovi, dando loro spazio e rendendoli protagonisti delle attività di Club, così da realizzare quello spirito di amicizia e reciproca conoscenza che anima il nostro Rotary.

In questa ottica, mi piace ricordare e ringraziare ancora una volta il nostro socio Alberto Squilloni con la sua serata a luglio dedicata a conoscere l’eccellenza della sua azienda, e ricordarvi la prossima serata con Claudia Daneri il 30 settembre.

Grazie all’aiuto di tutti voi e in particolare di Simone Monaco e di Antonella siamo riusciti a completare (andrà in stampa la prossima settimana) il lavoro iniziato dai miei predecessori: il libretto con tutta l’anagrafica dei soci del club, uno strumento semplice ma fondamentale per facilitare il dialogo e conoscerci ancora meglio, sempre nell’ottica di alimentare il valore dell’amicizia che anima il Rotary. Vi consegnerò i libretti durante la prossima diurna.

Non mancheranno anche le occasioni conviviali che rientrano nello spirito di coesione di cui sopra, tra le quali voglio ricordarvi la giornata del 19 settembre che prevede una giornata al mare presso La Tana del Pirata (Marina di Castagneto Carducci) e nella mattina visita e degustazione presso una delle più prestigiose cantine a Bolgheri: Ca’ Marcanda della famiglia Gaja.

Ricordo infine, con un po’ di anticipo, l’appuntamento che caratterizza il nostro club da molti anni, e che ben rappresenta quell’insieme di amicizia e service: la gara di endurance kart al Mugellino il cui ricavato andrà a favore della Fondazione Pitigliani; l’evento si terrà sabato 3 ottobre.

Vi aspetto e vi ringrazio del vostro preziosissimo supporto,

Giovanni Olmi

A questo link trovate il Bollettino di questo mese:

Icona

Bollettino settembre 2020 837.53 KB 126 downloads

...

Carissime amiche ed amici,
Vi ringrazio sentitamente per la fiducia riposta in me, per avermi indicato come Presidente dell’annata 2020/21 del nostro prestigioso Rotary Club Prato. Guidare il Club in questo particolare momento storico, è per me un grande onore che mi accingo a ricoprire con impegno, entusiasmo e responsabilità ma anche con una giusta dose di emozione. Ringrazio moltissimo i Presidenti che mi hanno preceduto, ed i preziosi consigli di Riccardo Rossi nonché la simpatia ed amicizia dimostratami in occasione del passaggio della campana.

Ricordo con vivido affetto, quando sono entrato come Socio nel 2015 sotto la presidenza di Giuseppe Cacciola, dopo essere stato alcuni anni all’interno del Rotaract. Essere oggi presidente del Club è dunque il coronamento

di un percorso rotariano che parte da lontano. Posso dire senz’altro di essere cresciuto, in questi anni, sia personalmente che professionalmente grazie ai valori del Rotary quali: integrità, amicizia, diversità, service, leadership. Vorrei a questo proposito ringraziare tutti coloro che mi hanno coinvolto nelle annate passate come consigliere e segretario; esperienze formative e preziose che mi hanno permesso di capire più da vicino il funzionamento del club, potendo apprezzare la pluralità di vedute ed il valore di un dialogo costruttivo.

È proprio con questo spirito di confronto positivo, fattivo e collegiale che ho voluto creare una squadra di consiglio molto forte e composita, che vede al suo interno soci giovani insieme a soci di esperienza che con la loro saggezza e conoscenza sapranno, sono certo, consigliarmi al meglio come già, nel nostro ultimo consiglio, hanno dimostrato.

Questa annata sarà però anche caratterizzata da energia ed innovazione, quella che in fondo ci si aspetta da un Presidente della mia età. È dunque mia intenzione realizzare incontri con larga attenzione alle eccellenze del territorio e a tematiche diversificate, dalle industrie creative, come il cinema, la moda, le imprese artistiche e museali fino alla ricerca scientifica e tecnologica, quest’ultima più vicina alla mia professione.

Sotto l’aspetto service, porteremo avanti alcuni progetti che da anni identificano l’attività del nostro club e continueremo a sostenere la nostra città come abbiamo fatto nell’annata 19-20: non possiamo infatti non considerare le circostanze straordinarie che hanno interessato il nostro Paese e la nostra città a causa del corona virus e le sue ricadute economiche-sociali.

A questo proposito – anche a seguito dell’incontro che ho voluto avere con il Sindaco Matteo Biffoni, pochi giorni prima della mia investitura a Presidente- è mia intenzione agire attraverso due principali linee di intervento: da un lato la consegna di buoni pasto e generi alimentari, dall’altro l’aiuto e il sussidio alla cultura, con progetti tesi al sostegno all’istruzione, ad esempio attraverso voucher per acquisto di libri.

Vorrei inoltre cercare di dare un risalto anche mediatico alle attività del Rotary, in particolare portando a Prato alcuni nomi noti, intellettuali come lo scrittore e giornalista Francesco Merlo e l’economista Prof. Carlo Cottarelli con cui faremo un incontro aperto alla città, salvo imprevisti, il prossimo il 5 ottobre. Non potrà poi

mancare anche una serata con il nostro concittadino, lo scrittore Sandro Veronesi, da poco vincitore del secondo premio Strega, e da sempre legato con suo padre alla storia del nostro club.

Spazio inoltre alle gite ed escursioni di Club, che rappresentano un momento di unione, conoscenza ed amicizia tra i soci, approfittando dell’altissima professionalità dei nostri soci, penso ad esempio ad una visita ad un museo, ad una gita alla scoperta dei tesori della città o della Toscana, ad una trasferta fuori Italia con la guida esperta del nostro socio Gianmarco Piacenti, o la visita ad una fiera d’arte contemporanea potendo contare sull’esperienza ed il savoir-faire di Leonardo Farsetti.

Le parole del carissimo Renzo Giovannelli, che ci ha onorato con la sua presenza durante il passaggio di campana tra me e Riccardo, mi guideranno nel corso dell’annata a “guardare sempre avanti” bilanciando spirito fattivo e condivisione delle scelte, senza dimenticare energia ed entusiasmo perché come ci ricorda il nostro fondatore Paul Harris “Il Rotary aiuta a tener vivo il Ragazzo che è in noi” . Parlando di Renzo, allegato al presente bollettino troverete il suo libretto “Il Mio Rotary”, una occasione per ricordare i principi e i valori che animano il Rotary senza mai perdere fiducia e speranza nel futuro.

Buona annata a tutti, W il Rotary Club Prato!

Il Presidente Giovanni Olmi